Le attitudini giuste per svolgere professioni sanitarie di assistenza

Share

Come capire se le tue caratteristiche personali sono adatte alle professioni di OSS, ASA, Assistente famigliare e ASO

La scelta di intraprendere una professione legata all’assistenza sociosanitaria può regalare ottime soddisfazioni dal punto di vista lavorativo, dato che la richiesta sul mercato del lavoro per questo tipo di figure è in costante aumento.

In questi anni OSS, ASA, Assistenti famigliari e ASO che hanno frequentato i percorsi proposti da CFP Zanardelli, con l’obiettivo di ottenere le competenze e il titolo necessari per svolgere queste attività, hanno raggiunto buone percentuali di occupazione ad alcuni mesi dalla conclusione del loro corso.

Questo grazie ai colloqui di orientamento svolti dai tutor del corso che, assieme a ogni candidato, valutano la sua motivazione e il possesso da parte sua non solo dei requisiti previsti dalla normativa, ma anche delle attitudini necessarie a svolgere questo lavoro.

Data la particolare natura di queste professioni, prima di intraprendere un percorso di formazione è infatti importante valutare le inclinazioni e l’impegno richiesto per lavorare nel settore dell’assistenza alla persona.

Per aiutare chi si approccia a questo settore, è importante sottolineare caratteristiche personali da valorizzare o che possono fare la differenza per capire se questo percorso è la scelta giusta.

Un lavoro con la persona: il più delicato che possa esistere

OSS, ASA, Assistenti famigliari e ASO lavorano con le persone e svolgono delle mansioni di particolare delicatezza, il più delle volte in situazioni di fragilità o di disagio, anche solo momentaneo.

Va sottolineato che spesso questi professionisti hanno a che fare con aspetti intimi, situazioni domestiche e famigliari nonché contesti legati alla salute della persona, dunque devono imparare a relazionarsi con tutto questo e riuscire a farvi fronte, evitando di far percepire ulteriore malessere alla persona.

Proprio per questo è importante essere da subito consapevoli del proprio ruolo e di ciò che si è chiamati a fare.

Impedimenti fisici e personali: quando è proprio il caso di lasciar perdere

Vi sono dei campanelli d’allarme che bisogna subito tenere presente, perché in alcuni casi lasciar perdere un certo tipo di professione è la scelta migliore.

Fra queste motivazioni, vi sono quelle legate a impedimenti fisici o psicologici di vario tipo: per esempio un lavoro di assistenza alla persona potrebbe non essere indicato a chi abbia subito danni a carico della colonna vertebrale che impediscano di sollevare pesi, soffra di specifiche allergie, per esempio alla polvere, oppure sia particolarmente sensibile alle ferite, al sangue e ai liquidi organici.

Inoltre occorrerebbe valutare se si è disposti a eseguire al meglio e con etica e integrità le varie specifiche mansioni legate a questi ruoli, come per esempio le pulizie ambientali e l’assistenza alla persona.

Ciò che è fondamentale è, soprattutto, saper riconoscere da subito di essere troppo schizzinosi o indecisi o di esserlo al punto di non considerare prioritario il benessere dei soggetti che hanno bisogno di essere assistiti.

Professioni sanitarie di assistenza: soft skills che si dovrebbero possedere

Per intraprendere la professione di OSS, ASA, Assistenti famigliari e ASO sono necessarie le competenze professionali che si possono apprendere nei corsi organizzati da CFP Zanardelli, con i quali è possibile ottenere il titolo previsto per legge per esercitare questi lavori.

Tuttavia chi si occupa di professioni sanitarie di assistenza dovrebbe possedere caratteristiche personali che possano rispecchiarsi al meglio nel suo lavoro quotidiano.

Fra di esse vi è sicuramente il desiderio di mettersi con impegno al servizio degli altri, con la consapevolezza di quanto questo ruolo sia delicato.

Impegnarsi a creare una relazione di fiducia con gli assistiti, riuscire a lavorare in equipe con gli altri professionisti, saper essere pazienti, essere bravi a reagire alle situazioni impreviste e allo stress sono altre soft skills che costituiscono un punto di forza per chi si prende la responsabilità di prendersi cura di un’altra persona.

Ovviamente riconoscere in se stessi queste caratteristiche è un grande vantaggio, perché può aiutare ad affrontare con sicurezza un lavoro ricco di responsabilità ma anche di potenziali soddisfazioni umane e professionali.

Ogni anno, nelle varie sedi in provincia di Brescia, CFP Zanardelli organizza corsi per chi vuole intraprendere la professione sanitaria di OSS, ASA, Assistenti famigliari e ASO.

Fissa anche tu un colloquio con i nostri tutor per valutare se intraprendere questi percorsi.

Se ti interessa approfondire le prossime opportunità, sul nostro sito puoi consultare l’elenco dei corsi in partenza o già calendarizzati.

SCOPRI  https://adulti.cfpzanardelli.it/categorie/servizi-socio-sanitari/

>> Per tutte le informazioni contattare l’ufficio Formazione Adulti

  • Elena Bonzi: 030 3848583 / 338 4931958 / adulti@cfpzanardelli.it
Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori – Programma GOL

CHIAMACI

RESTA AGGIORNATO

Menu